Tag Archives: Tribunale unificato dei brevetti

Milano sede della terza sezione

___________

E’ stato raggiunto l’accordo con Francia e Germania: Milano sarà sede della terza divisione centrale del Tribunale unificato dei brevetti (TUB). Il Tribunale unificato dei brevetti ed il Brevetto unitario sono già operativi dal 1 giugno 2023 e questo rappresenta un’importante novità dall’istituzione del Brevetto europeo.

Il Tribunale unificato dei brevetti è una nuova Corte, comune agli Stati membri, che opera in materia di giurisdizione sui brevetti unitari e sui brevetti europei.

Sappiamo che il Brevetto Unico Europeo nasce allo scopo di estendere, con un’unica domanda, la validità di un brevetto in tutta l’UE o, più precisamente, nei Paesi Europei aderenti all’accordo, senza dover sostenere ulteriori costi per le successive fasi nazionali (ne abbiamo parlato qui).

Quando è stato creato il brevetto comunitario sono stati istituiti tre tribunali: uno a Monaco di Baviera e gli altri a Parigi e a Londra. La candidatura di Milano come sede è arrivata dopo che la Brexit ha reso di fatto non più operativa quella di Londra. Infatti con la Brexit si è resa vacante la sede del tribunale di Londra ed il governo italiano si è battuto affinchè la stessa venisse assegnata a Milano.

Le competenze sono ridotte rispetto a quelle previste per la sede di Londra: i farmaci con SPC restano a Parigi e la chimica e metallurgia a Monaco, ma si è raggiunta l’intesa per quelle che andranno a Milano e che riguarderanno i settori agroalimentare, farmaceutico, fitosanitario e moda.

Nel dettaglio Milano si occuperà di:

  • scienza medica-veterinaria e igiene (e la chimica strettamente collegata a queste voci); brevetti farmaceutici privi dei certificati di protezione supplementari (Spc);
  • biotech non farmaceutico;
  • agricoltura;
  • food e tabacco;
  • articoli personali e domestici;
  • sport e mondo del divertimento.

Vedi anche:

registra un marchio ONLINE     ----------VIDEO---------- Marchi e Loghi

Operatività dal 1° giugno 2023

_____________

Brevettare un’invenzione nella Comunità Europea è più semplice ed economico con il Brevetto unico Europeo (brevetto unitario): con un’unica domanda e attraverso il pagamento di un’unica tassa di rinnovo sarà rilasciato direttamente dall’Ufficio Europeo dei brevetti (EPO) e consentirà di ottenere contemporaneamente la protezione brevettuale nei 25 paesi UE aderenti all’iniziativa compresa l’Italia. 

Il percorso che ha portato a questo traguardo è stato ricco di ostacoli; per numerosi anni si è cercato un difficile accordo su vari temi. Tra questi, c’è stato quello riguardante le lingue da adottare per la redazione del brevetto in questione (ne abbiamo parlato qui).

Il brevetto unitario non si sostituirà ma semplicemente si affiancherà alla tutela brevettuale oggi esistente a livello nazionale (in Italia presso l’UIBM) e a livello europeo (presso l’EPO). Esso sarà operativo solo dopo l’entrata in vigore dell’Accordo internazionale sul Tribunale Unificato dei Brevetti (TUB), che avverrà il 1° giugno 2023

L’Italia da tempo ha completato gli adempimenti di natura giuridica per l’adesione al TUB (Tribunale Unificato dei brevetti) e al sistema del brevetto unitario e ha designato Milano ad ospitare la sede locale del TUB in Italia.

Per saperne di più, suggeriamo di consultare il seguente link:

https://uibm.mise.gov.it/index.php/it/al-via-dal-1-giugno-il-sistema-del-brevetto-unitario

Vedi anche:

registra un marchio ONLINE     ----------VIDEO---------- Marchi e Loghi

Categorie