Area Info

In questa sezione potrai trovare una risposta a qualunque tuo dubbio o quesito riguardante brevetti, marchi, disegni, modelli, diritto d’autore, aspetti legali e molto altro. La consultazione della nostra vastissima banca dati di articoli è totalmente GRATUITA.

Per iniziare digita l'argomento di cui vuoi informazioni:

Italia in finale
___________
Si tratta di due ricercatori, gli ingegneri Fiorenzo Dioni e Richard Oberle del gruppo Idra, azienda bresciana fondata nel 1946, di proprietà della famiglia Pasotti e specializzata nella pressofusione di leghe leggere tra cui l’alluminio. Il gruppo Idra è uno dei principali produttori di macchine per pressofusione in Europa, in Cina e nel mondo.

Pronuncia della Corte Suprema Britannica
___________
La Corte Suprema Britannica conferma che l’inventore deve essere una persona fisica e non un sistema di intelligenza artificiale. La pronuncia è avvenuta in merito al ricorso avente ad oggetto la domanda di brevetto Dabus.

Aggiornamenti
___________
Il Brevetto Unico Europeo nasce allo scopo di estendere, con un’unica domanda e attraverso il pagamento di un’unica tassa, la validità di un brevetto in tutta l’UE o, più precisamente, nei Paesi Europei aderenti all’accordo, senza dover sostenere ulteriori costi per le successive fasi nazionali. Viene rilasciato direttamente dall’Ufficio Europeo dei brevetti (EPO) e consente di ottenere contemporaneamente la protezione brevettuale nei 25 paesi UE aderenti all’iniziativa compresa l’Italia.

Al via le candidature per atenei ed enti di ricerca
___________
Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy in collaborazione con Netval e Invitalia ha dato il via all’edizione 2023 del concorso “Intellectual Property Award” riservato alle università italiane, enti pubblici di ricerca nazionali e IRCCS titolari di brevetti. L’obiettivo è quello di incentivare l’innovazione e la creatività degli inventori.

Al via le candidature
___________
Sino al 27 settembre è possibile candidarsi al Premio europeo per le Donne Innovatrici, il riconoscimento rivolto alle imprenditrici europee. Il Premio celebra le donne che in Europa che si sono fatte strada nel mondo dell’imprenditoria grazie alle proprie idee innovative. E’ rivolto a donne che vivono nei paesi membri dell’UE (o in quelli associati del programma Horizon Europe) e che hanno fondato un’impresa innovativa da almeno due anni.

Il curioso caso della polpetta di Mammut
_____________
Le esigenze di crescita mondiale e della popolazione da sfamare esigono l’abbandono di certi standard alimentari. Ci riferiamo, in particolare, al consumo di carne da allevamenti intensivi, non più in grado di soddisfare le esigenze del pianeta. La creazione di carne sintetica potrebbe essere un’alternativa in grado di sopperire a questa necessità. In tal caso si otterrebbero cibi più controllati, modificabili in vitro in base alle diverse esigenze della popolazione, anche etiche.

Il no dell’EPO
_____________
L’EPO (European Patent Office) – l’Ufficio Europeo dei Brevetti – ha rigettato la domanda di brevetto depositata dal Dott. Thaler, il quale indicava come inventore un’intelligenza artificiale. L’ EPO sostiene che l’inventore debba essere necessariamente un essere umano.

Risorse per i progetti POC
_____________
Al via la nuova misura, finanziata esclusivamente con risorse del PNRR, destinata a sostenere il percorso di innalzamento del livello di maturità delle invenzioni brevettate dai soggetti appartenenti al mondo della ricerca affinché possano diventare oggetto di azioni di sviluppo anche, e soprattutto, da parte del sistema imprenditoriale.

Come proteggersi dalla concorrenza
_____________
Se si possiede un brevetto è necessario monitorare l’operato della concorrenza per individuare eventuali violazioni. Anche se sembra scontato, occorre ricordare che se un prodotto innovativo viene immesso sul mercato e riscuote successo, è probabile che la concorrenza prima o poi cerchi di fabbricare prodotti con caratteristiche simili o uguali. A quel punto bisogna ricordare che alcuni concorrenti possono essere in grado di fabbricare un prodotto identico o simile, immettendolo sul mercato ad un prezzo inferiore e vincendo spesso la battaglia delle vendite.

I vincitori premiati ad Expo Dubai
_____________
Il 28 febbraio ed il 1 marzo sono stati proclamati e premiati i vincitori del premio IPA (Intellectual Property Award) 2021, il concorso riservato ai migliori brevetti della ricerca pubblica, presenti sulla Piattaforma Knowledge share, in sette aree tecnologiche, ideato dalla Direzione generale per la tutela della proprietà industriale-UIBM e NETVAL.

Come procedere
_____________

Il PCT (Patent Cooperation Treaty) o Trattato di Cooperazione in materia di Brevetti è un trattato multilaterale gestito dal WIPO (World Intellectual Property Organization), al quale oggi aderiscono 155 Stati Contraenti. Il Trattato ha lo scopo di facilitare la richiesta di protezione per una invenzione simultaneamente in più paesi, depositando un’unica domanda internazionale di brevetto presso l’Ufficio Ricevente (RO) di uno degli Stati membri, anziché diverse domande nazionali/regionali presso gli Uffici competenti di ciascuno di essi.

Il sistema Dabus
_____________
Supponiamo che l’inventore di un dispositivo e/o di un prodotto non sia una persona fisica ma un robot, cioè un sistema di intelligenza artificiale (IA). Può un robot essere nominato inventore in una domanda di brevetto? Ebbene, questo curioso quesito è un caso realmente accaduto per opera di un geniale programmatore statunitense Stephen Thaler, proprietario del robot Dabus, “Dispositivo per l’innovazione autonoma dal pensiero unificato”.

I diritti di proprietà industriale hanno una durata di 20 anni dalla data di deposito nel caso di brevetti per invenzione industriale, 20 anni dalla data di concessione nel caso di privative per nuove varietà vegetali, di 10 anni dalla data di deposito per modelli di utilità, a partire dalla data del deposito; a due condizioni: che il suo oggetto abbia attuazione e che siano regolarmente pagate le relative spese di mantenimento.

Come proteggere la proprietà intellettuale
______________

In una stampa 3d potrebbero coesistere più diritti di proprietà intellettuale, quali ad esempio brevetti di invenzione, modelli di utilità o modelli di design; ci si chiede pertanto quali potenziali problemi di proprietà intellettuale possono sorgere in seguito ad una stampa 3D.

Come si trasferiscono?
______________
I marchi e i brevetti sono dei beni immateriali cioè sono privi di materialità corporea percepibile dai sensi umani. Come tutti i beni di proprietà, pertanto alla stregua di quelli tangibili (appartamento, locale commerciale etc.), possono essere ad uso esclusivo del titolare oppure possono essere trasferiti a terzi dietro un corrispettivo al fine di ricavarne un profitto.

I migliori brevetti della ricerca pubblica ed universitaria
______________
La Direzione Generale per la Tutela della Proprietà Industriale-Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) ha organizzato, in collaborazione con NETVAL (associazione che raccoglie numerose università, enti pubblici di ricerca ed Irccs), il concorso “Intellectual Property Award 2021” finalizzato ad incentivare l’innovazione e valorizzare la creatività degli inventori delle università italiane, degli enti pubblici di ricerca nazionali e degli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs), che usano le loro capacità tecniche, scientifiche e intellettuali per dare un reale contributo al progresso tecnologico e alla crescita economica, migliorando così la vita quotidiana.

Le invenzioni eco-sostenibili
_______________

I brevetti “Green” sono dei brevetti rivoluzionari in materia di tecnologie eco-sostenibili “green technologies” che spaziano in molti campi tecnici. Causa il cambiamento climatico, anche in Italia si stanno sviluppando e diffondendo delle tecnologie rivoluzionarie, impegnate a fronteggiare la crescente domanda di energia e in grado di fornire nuove soluzioni per una gestione più sostenibile delle risorse.

I brevetti antichi e moderni
______________
“La necessità è la madre delle invenzioni” così affermò il grande filosofo Platone. Non vi è affermazione più vera. Quanto a necessità la nostra nazione vanta un numero considerevole e variegato di menti geniali che grazie alla loro creatività si sono impegnate nel trarre vantaggio anche da eventi catastrofici o comunque difficili che nel corso dei secoli hanno attanagliato il nostro Paese. Questi inventori sono poi diventati nel tempo famosi in tutto il mondo.

Pagina 1 di 41234

Categorie