Area Info

In questa sezione potrai trovare una risposta a qualunque tuo dubbio o quesito riguardante brevetti, marchi, disegni, modelli, diritto d’autore, aspetti legali e molto altro. La consultazione della nostra vastissima banca dati di articoli è totalmente GRATUITA.

Per iniziare digita l'argomento di cui vuoi informazioni:

Le differenze

____________

E’ importante non confondere il marchio sonoro con il sound branding e capirne le differenze: se si desidera rafforzare il proprio marchio, è fondamentale applicare le giuste strategie per far sì che il brand acquisisca valore e riconoscibilità sul mercato.

Il marchio sonoro appartiene alla categoria dei cosiddetti marchi invisibili che comprende i marchi che non possono essere percepiti visivamente. Come tutti i marchi, il marchio sonoro è un segno distintivo che identifica i prodotti e/o servizi di un’azienda. E’ possibile registrarlo come marchio d’impresa a condizione però che possegga tutti i requisiti propri dei marchi (ne abbiamo parlato qui) e possa essere rappresentato in forma grafica, ossia mediante note musicali su un pentagramma.

Il marchio sonoro presenta dei suoni che si susseguono in un tempo limitato, mentre il sound branding è in pratica il ritornello musicale che fa da sfondo durante le campagne pubblicitarie. La sua funzione è quella di rafforzare il marchio e far sì che rimanga ben impresso nella memoria dell’utente, il quale inconsciamente lo assocerà alla casa madre facendogli acquisire notorietà.

A titolo esemplificativo citiamo la Mc Donald’s Corporation, una delle più famose catene di fast food al mondo, diventata celebre anche grazie al suo popolare jingle (marchio sonoro). Il sound branding di Tim invece è una forma di marketing pubblicitario di sicuro successo.

Vedi anche:

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

Marchio sonoro e sound branding Esprimi un giudizio su questo articolo
5.00/5 1 voti

Categorie