Area Info

In questa sezione potrai trovare una risposta a qualunque tuo dubbio o quesito riguardante brevetti, marchi, disegni, modelli, diritto d’autore, aspetti legali e molto altro. La consultazione della nostra vastissima banca dati di articoli è totalmente GRATUITA.

Per iniziare digita l'argomento di cui vuoi informazioni:

L’indirizzo Internet

___________

dominio internetIl nome di dominio, comunemente definito come indirizzo Internet, è il segno telematico distintivo della denominazione/ragione sociale e/o dell’attività di una persona fisica o giuridica che veicola contenuti sulla Rete Internet a mezzo di un proprio spazio proprietario (sito).

La struttura tecnica delle rete Internet, infatti, necessita che ogni sito sia  contraddistinto univocamente da un indirizzo digitale  IP (Internet Protocol) del server, formato da quattro gruppi numerici. Il nome di dominio è associato a questo indirizzo IP al fine di facilitare la ricerca e l’identificazione del titolare del sito.

Il dominio è formato da due parti principali, separate da un punto. La parte che precede il punto è il nucleo centrale del nome di dominio, che primariamente lo distingue da ogni altro segno. La parte che segue il punto è costituita da un’estensione/sigla che serve a indicare l’ambito di competenza del nome di dominio sulla base di una suddivisione che, per grandi linee, può ricondursi a quattro grandi raggruppamenti:  commerciale-organizzativo, geografico, governativo, aziendale.

L’estensione più diffusa di nome di dominio è quella contraddistinta dal suffisso .com. L’estensione .com (come le altre .org e .net) ha carattere generico ed è comunemente chiamata gTLD ( generic top level domain). L’altro grande raggruppamento, quello cd. geografico (ad .es.  .it), si contraddistingue dal riferimento a paesi, nazioni o aree geografiche: caratterizza, pertanto, i nomi di dominio comunemente chiamati ccTLD (country code top level domain).

I domini, nazionali o generici, possono essere suddivisi in ulteriori sottoinsiemi: in Italia, ad esempio, gli enti locali (comuni, province, regioni) hanno di norma nomi a dominio che ne identificano esattamente l’area geografica (es.: comune.roma.it).

La registrazione di  un nome di dominio si effettua per tramite di un intermediario, detto  Registrar, accreditato presso il  Gestore del Registro (registration Authority) e normalmente ha durata almeno di un anno, eventualmente rinnovabile.

Ogni Registro ha il suo Regolamento (ad es. i domini .it possono essere registrati solo dalle persone fisiche o giuridiche residenti o appartenenti ad un Paese membro dell’Unione Europea) che deve essere approvato al momento della richiesta di registrazione. Ogni Regolamento prevede, ai fini della  registrazione di un nome di dominio, la sottoscrizione di una lettera di assunzione di responsabilità e la devoluzione alla Registration Authority del potere, secondo precise e determinate regole e in occasione di una casistica ben definita, di risolvere i conflitti.

Il Registro.it e ogni altra autorità competente per la gestione dei registri dei nomi di dominio sono pertanto deputate, utilizzando i poteri convenzionali derivanti dalla sottoscrizione del Regolamento da parte del registrante il nome di dominio, a risolvere alcuni specifici e determinati conflitti che possono nascere dalla coesistenza di nomi a dominio identici, simili, o comunque potenzialmente soggetti a un rischio di confusione.

Avv. Alessandro Persia

Nomi di dominio Esprimi un giudizio su questo articolo
5.00/5 3 votis

Categorie