Tag Archives: startup

ampliato il bando SMART&START ITALIA

________

Smart&Start Italia sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative ad alto contenuto tecnologico localizzate su tutto il territorio nazionale. Il fine è quello di stimolare una nuova cultura imprenditoriale legata all’economia digitale, allo scopo di valorizzare i risultati della ricerca scientifica e tecnologica ed incoraggiare il rientro dei «cervelli» dall’estero.

Un provvedimento dello scorso ottobre ne ha ampliato l’oggetto, ammettendo a finanziamento anche i marchi (oltre a brevetti e licenze). Nel dettaglio oggi possono accedere alle agevolazioni le società costituite da non più di 60 mesi e sono ammissibili al finanziamento:

  • gli investimenti per marketing e web marketing;
  • la registrazione di marchi (oltre ai brevetti e alle licenze).

E’ stata introdotta anche un’ulteriore modalità di rendicontazione su presentazione di fatture non quietanzate e inoltre, per i team di persone, l’iscrizione al Registro speciale delle start- up innovative non deve essere dimostrata alla firma del contratto, ma è posticipata alla prima richiesta di erogazione delle agevolazioni.

La misura è stata rifinanziata dal Ministero dello Sviluppo Economico con 95 milioni di euro. L’incentivo consiste in finanziamenti agevolati compresi tra 100 mila e 1,5 milioni di euro concessi a favore delle start-up innovative che vogliono avviare o ampliare la loro attività. Si tratta di un mutuo a tasso zero fino al 70% dell’investimento totale, cui si aggiunge, per le Start Up con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, un contributo a fondo perduto pari al 20%.

Dalla partenza, nel settembre 2013, Smart&Start ha finanziato oltre 700 startup con progetti prevalentemente nei settori dell’economia digitale, life science, ambiente ed energia a fronte di oltre 200 milioni di euro di agevolazioni concesse. Per maggiori informazioni e per presentare la domanda:
www.smartstart.invitalia.it

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

ora esteso a tutta Italia

_____

smart&start ItaliaSmart & Start, il piano di intervento a sostegno delle start-up caratterizzate da elevata innovatività (ne abbiamo parlato qui), è stato ora rifinanziato ed esteso a tutte le regioni d’Italia. E’ rivolto ai seguenti soggetti:

  • società di capitali di recente costituzione (non più di 48 mesi) che offrono prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico con un valore della produzione fino a 5 milioni di euro

  • persone fisiche che hanno intenzione di costituire una star-up innovativa.

I fondi stanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico ammontano a circa 200 milioni di euro e prevedono un’unica formula, la «Smart&Start Italia» (nella prima edizione erano previsti due tipi di agevolazioni «Smart» e «Start»).

Le attività ammesse
(altro…)

parte il fondo rete incubatori

_____

contributi a rete incubatoriSegnaliamo una notizia di sicuro interesse per tutte le imprese start-up; Invitalia ha messo a disposizione un fondo per finanziare programmi di investimento di micro e piccole imprese di nuova costituzione che siano già insediate o che vogliono insediarsi presso gli incubatori della sua rete.

Si tratta di contributi a fondo perduto per un limite del 65% delle spese di investimento ammissibili sino ad un massimo di € 200.000 per impresa. Tra le spese di investimento previste sono incluse anche quelle per brevetti riguardanti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi.

I programmi di investimento che potranno godere delle agevolazioni riguardano i settori manifatturiero e certi comparti del settore servizi (ad es. fornitura di energia elettrica, gas, acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento, produzione di software, attività professionali, noleggio, agenzie di viaggio, istruzione secondaria tecnica e professionale, universitaria e post-universitaria, attività artistiche, sportive e attività delle lavanderie industriali).

E’ possibile inviare le domande di finanziamento solo on-line dal giorno 3 aprile 2014 tramite il sito di Invitalia. Le candidature saranno valutate da Invitalia in ordine cronologico entro 6 mesi dall’invio.

Per inviare la domanda clicca qui

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

nuovi contributi per le start-up del meridione

_______

logo_smart_and_startSmart & Start è il nuovo piano di intervento a sostegno delle start up del meridione, caratterizzate da elevata innovatività. Si tratta di strumenti agevolativi destinati al finanziamento di progetti innovativi di imprese di nuova costituzione (o costituite da non oltre 6 mesi) collocate nel Mezzogiorno. I fondi sono stanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico e ripartiti in due tipi di agevolazioni:

Smart: sono dei contributi idonei a coprire i costi di gestione aziendali durante i primi anni di attività. Possono fruirne le società da costituire oppure costituite da non più di sei mesi, collocate in Puglia, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Start: sono dei contributi a fondo perduto messi a disposizione per affrontare le spese di investimento iniziali e i servizi di tutoring; sono destinati a società che svolgono attività nel campo della tecnologia digitale o rivolte alla valorizzazione economica dei risultati della ricerca pubblica e privata. In questo caso le regioni interessate sono Puglia, Campania, Calabria e Sicilia.

Dal 3 febbraio 2014 il progetto Smart & Start è stato esteso anche al cratere sismico aquilano, per i comuni abruzzesi in provincia de l’Aquila, Teramo e Pescara. Ogni impresa può domandare ed ottenere sia contributi Smart che Start, cioè è possibile cumularli sino alla soglia massima di € 500.000 per un periodo di quattro anni.

Il finanziamento verrà concesso previa valutazione del progetto; la domanda deve essere inviata a Invitalia che valuterà le candidature. Questo è il link  per poter accedere al programma, scaricare la domanda e acquisire tutte le informazioni utili.

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

iscriversi nella sezione speciale per ottenere benefici

_________

iscrizione Startup innovativeAl fine di potersi definire “start-up innovativa” ed ottenere i benefici previsti dal “decreto sviluppo bis”, è indispensabile iscrivere la propria società nella Sezione Speciale del Registro delle imprese; la data ultima per farlo è il 16 febbraio 2013. Il decreto sviluppo bis ha l’obbiettivo di favorire ed incentivare le start-up innovative, concedendo loro percorsi agevolati per l’accesso a contributi futuri, nonché condizioni esclusive in diversi ambiti, ad esempio in materia di assunzioni.

Non essendo questa la sede adatta per approfondire i contenuti di questo decreto, evidenziamo soltanto che tra i requisiti per potersi definire “start-up innovativa” e poter essere inseriti nella Sezione Speciale del Registro delle imprese, ce ne sono due che ci riguardano all’art. 25:

comma 2h) fra le spese in ricerca e sviluppo che l’impresa deve aver sostenuto, sono compresi anche i costi di consulenze per la registrazione e protezione di proprietà intellettuale e licenze d’uso. Le spese devono risultare dall’ultimo bilancio approvato, oppure, in assenza di bilancio nel primo anno di vita, sono assunte tramite dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante della start-up innovativa.

comma 3) tra i requisiti vi è anche l’essere titolare o depositaria o licenziataria di almeno una privativa industriale, relativa a un brevetto per invenzione, a una topografia a semiconduttori o a una nuova varietà vegetale.

(altro…)

Apr
13
2012

SeedLab

Spazio alle innovazioni

________

seedlabSono molti gli innovatori che propongono business basati sull’innovazione, sono però poche le nuova iniziative che raggiungono i risultati sperati; tra le tante idee che non arrivano al successo, molte sono estremamente valide ma non trovano il modo giusto per attrarre investimenti.

Ciò è spesso causato da carenze nella compagine oppure nell’articolazione della proposta; in sostanza, non mancano gli innovatori con ottime idee tecnologiche, bensì mancano le competenze per farle crescere, con il risultato che molte occasioni di crescita vengono perdute.

SeedLab aiuta gli imprenditori più innovativi, offrendo un percorso che insegna a superare gli ostacoli ed a costruire una startup realmente in grado di crescere ed attirare investimenti. Si può quindi definire un “acceleratore di impresa”, per aumentare cioè la crescita e le probabilità di successo delle startup.

Il programma di studi concepito da SeedLab trasforma l’innovatore o il ricercatore che si presenta con una tecnologia brevettata, brevettabile o comunque originale, in uno startupper. Il percorso si articola in due fasi: da aprile a giugno l’apprendimento delle basi del business e la costruzione del team, e da giugno a settembre una full immersion nell’incubatore universitario di Firenze per dare alla tecnologia sviluppata una forma industriale e scrivere il business plan. Nella giornata conclusiva, le startup presentano le loro iniziative ad una platea di investitori nazionali ed internazionali.

Il programma ha un costo di 21 mila euro e prevede la possibilità (per le proposte selezionate) che vengano totalmente coperti da borse di studio messe a disposizione da investitori. I finanziatori avranno ovviamente interesse a continuare a supportare economicamente le iniziative sponsorizzate, anche dopo la fine del programma. In cambio del loro supporto, gli investitori chiederanno una quota minoritaria (intorno al 10%) della nascente azienda.

I termini per l’iscrizione al programma SeedLab, scadono ad aprile.

 

Ing. N. Marzulli

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

Categorie