Tag Archives: innovazione

Uno strumento per le PMI

_____________

Il Fondo Nazionale Innovazione (FNI) è un fondo di Venture Capital operativo con una dotazione di 1 miliardo di euro, equamente divisi tra Cassa Depositi e Prestiti e Governo. È uno strumento per supportare micro, piccole e medie imprese innovative nell’accesso a risorse finanziarie per l’innovazione.

Il Venture Capital è lo strumento operativo di intervento del Fondo Nazionale Innovazione: si tratta di investimenti diretti e indiretti in minoranze qualificate nel capitale di imprese innovative con Fondi generalisti, verticali o Fondi di Fondi, a supporto di startup, scaleup e PMI innovative. L’obiettivo è quello di difendere l’interesse nazionale contrastando la costante cessione e dispersione di talenti, e altri asset strategici che nella migliore delle ipotesi vengono “svendute” all’estero con una perdita secca per il sistema del nostro Paese.

Il Fondo Nazionale Innovazione è un soggetto (SGR) multifondo che opera esclusivamente attraverso metodologie di c.d. Venture Capital. Si tratta dello strumento finanziario elettivo per investimenti diretti o indiretti allo scopo di acquisire minoranze qualificate del capitale di startup, scaleup e PMI innovative.

Gli investimenti sono effettuati dai singoli Fondi del FNI in modo selettivo, in conformità con le migliori pratiche del settore, in funzione della capacità di generare impatto e valore sia per l’investimento sia per l’economia nazionale. La selettività, flessibilità e rapidità degli investimenti sono gli elementi che consentono al Venture Capital la natura di strumento chiave di mercato per lo sviluppo dell’innovazione, oltre che il modo migliore per allineare gli interessi di investitori e imprenditori verso il comune obiettivo della crescita economica.

fonte: UIBM

Vedi anche:

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

Edizione 2016

____

innovazione lombardia 2016E’ stato indetto un bando dalla Regione Lombardia e dalle Camere di Commercio Lombarde tramite Unioncamere Lombardia per favorire i processi di innovazione delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) lombarde con l’obiettivo di avvicinare le imprese ai temi dello sviluppo tecnologico tramite una partecipazione attiva dei diversi soggetti dell’ecosistema dell’innovazione alla realizzazione di processi innovativi.

La dotazione finanziaria complessiva per tutte le misure del bando è di 2.950.000 euro.

In questa sede evidenziamo in particolare la misura A “Creazione e sviluppo di nuove tecnologie digitali”, che racchiude tra le spese ammissibili quelle relative alla tutela della proprietà industriale, cioè le spese relative al deposito di marchi, brevetti e design sia in Italia che all’estero e il costo dell’assistenza da parte di consulenti in proprietà industriale.

Soggetti beneficiari:

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese che si impegnino ad avere sede legale e/o sede operativa  in una provincia lombarda .

Le domande devono essere presentate obbligatoriamente in forma telematica utilizzando esclusivamente la modulistica disponibile all’indirizzo www.bandimpreselombarde.it, nel seguente periodo: 

  • per le misure A (sottomisura A1e Bdalle ore 14.30 del 6/9/2016 fino alle ore 12.00 del 27/9/2016
  • per le misure A (sottomisura A2e Cdalle ore 14.30 del 6/9/2016 fino alle ore 12.00 del 27/10/2016

Per informazioni è possibile rivolgersi:

Unioncamere Lombardia– Area imprese

  • Tel: 02-607960.1

  • E-mail: imprese@lom.camcom.it

  • PEC: unioncamerelombardia@legalmail.it

Regione Lombardia– Struttura Ricerca, Innovazione e Trasferimento Tecnologico

  • E-mail: bandoR&I@regione.lombardia.it

  • PEC: ricercainnovazione@pec.regione.lombardia.it

Riportiamo i seguenti link per scaricare il bando:

http://www.attivitaproduttive.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=Attivita&childpagename=DG_Industria%2FWrapperBandiLayout&cid=1213817350510&p=1213817350510&pagename=DG_INDWrapper

http://www.bandimpreselombarde.it/index.phtml?Id_VMenu=362&cqs=SWRfQmFuZG89MjY=

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

rifinanziato

____

etb2016Anche quest’anno il Ministero dello Sviluppo Economico ha deciso di stanziare 4 milioni di euro per supportare progetti transnazionali di innovazione industriale nel campo delle biotecnologie.

Verranno finanziati i progetti di sviluppo sperimentale e ricerca industriale realizzati da imprese italiane in collaborazione con imprese europee anche con il coinvolgimento di organismi di ricerca; il bando cioè richiede la collaborazione tra almeno 2 imprese di nazionalità diversa.

I Paesi in cui è possibile trovare il partner sono: Austria, Regioni delle Fiandre e della Vallonia in Belgio, Finlandia, Regione dell’Alsazia in Francia, Germania e Federazione Russa.

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente bando i seguenti soggetti:

a) imprese che esercitano attività industriale diretta alla produzione di beni e/o servizi;
b) imprese agroindustriali che svolgono prevalentemente attività industriale;
c) imprese artigiane di produzione di beni di cui alla legge 8 agosto 1985, n. 443;
d) Organismi di ricerca e diffusione della conoscenza (così come definiti all’art. 2, comma 83, del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014, di seguito denominato Regolamento GBER), purché sia presente almeno uno dei soggetti di cui ai precedenti punti da a) a c).

Le spese ed i costi ammissibili sono: quelli relativi al personale dipendente del soggetto proponente; agli strumenti e attrezzature di nuova fabbricazione, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto di ricerca e sviluppo; ai servizi di consulenza e gli altri servizi utilizzati per l’attività del progetto di ricerca e sviluppo, inclusa l’acquisizione o l’ottenimento in licenza dei risultati di ricerca, dei brevetti e del know-how; alle spese generali derivanti direttamente dal progetto di ricerca e sviluppo, calcolate con riferimento ai bilanci di esercizio del periodo di svolgimento del progetto; ai materiali utilizzati per lo svolgimento del progetto.

La scadenza per la presentazione delle domande è il 29 gennaio 2016.
Cliccare qui per bando, allegati e modalità di partecipazione
Cliccare qui per il sito dedicato

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

Lombardia 2015La Regione Lombardia mette a disposizione 30 milioni di euro per il finanziamento di progetti nel campo della ricerca, sviluppo ed innovazione a favore delle micro, piccole e medie imprese. Tra le spese ammissibili anche i costi per il deposito e/o per la convalida di brevetti.

I soggetti beneficiari:
possono presentare domanda le MPMI:

  • aventi sede operativa attiva in Lombardia o che intendano costituire una sede operativa attiva in Lombardia;

  • operanti, con codice ISTAT ATECO primario e/o secondario, nel settore manifatturiero e delle costruzioni o nel settore dei servizi alle imprese;

  • già costituite e iscritte al registro delle imprese e dichiarate attive alla data di presentazione della domanda di partecipazione al bando.

Cosa finanzia:
il bando finanzia progetti presentati da singole MPMI che comportino attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione (intesa come brevettazione) che devono obbligatoriamente essere finalizzati all’introduzione di innovazione di prodotto e/o di processo coerente ed attinente con l’oggetto sociale e la classificazione di attività produttiva dell’impresa richiedente.

I progetti ammissibili:
(altro…)

per progetti transnazionali di innovazione industriale

________

eurotransbioIl Ministero dello Sviluppo Economico, nell’ambito del programma EUROTRANSBIO, mette a disposizione 4 milioni di euro per il finanziamento di progetti transnazionali di innovazione industriale nel campo delle biotecnologie.

I progetti devono essere realizzati da imprese italiane in collaborazione con imprese europee; il bando è cioè destinato a raggruppamenti di almeno due imprese di nazionalità diversa, una italiana e l’altra a scelta tra Austria, Finlandia, Germania, e nelle Regioni delle Fiandre e della Vallonia (Belgio), dell’Alsazia (Francia), dei Paesi Baschi (Spagna), e Federazione russa.

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente bando i seguenti soggetti:

  • imprese che esercitano attività industriale diretta alla produzione di beni e/o servizi;

  • imprese agroindustriali che svolgono prevalentemente attività industriale;

  • imprese artigiane di produzione di beni di cui alla legge 8 agosto 1985, n. 443;

  • organismi di ricerca e diffusione della conoscenza (così come definiti all’art. 2, comma 83, del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014, di seguito denominato Regolamento GBER), purché sia presente almeno uno dei soggetti di cui ai precedenti punti da a) a c).

Le spese ed i costi ammissibili sono
(altro…)

due eventi in programma

______

invenzioni e inventoriSegnaliamo due interessanti eventi coinvolgenti invenzioni ed inventori, che si terranno entrambi a Ginevra rispettivamente l’11 giugno ed il 28 ottobre 2014: la prima è la Fiera dell’Innovazione, una manifestazione aperta al pubblico promossa dalla Delegazione dell’UE e dalla Rappresentanza Permanente degli Stati Uniti a Ginevra.

La manifestazione sarà caratterizzata dalla partecipazione di un’ampia e variegata gamma di inventori e creatori di tutto il mondo, i quali avranno a disposizione un ambiente interattivo per promuovere l’innovazione e la ricerca. Gli investitori, in particolare, troveranno invenzioni sulle quali scommettere ed investire. La Fiera si concluderà il 12 giugno con una tavola rotonda.

L’evento del 28 ottobre sarà rivolto soprattutto alle PMI. Anche per questo evento è prevista una tavola rotonda il giorno seguente il 29 ottobre. E’ ancora possibile iscriversi entro il 1° agosto. La partecipazione e lo spazio messo a disposizione sono gratuiti nei limiti dei posti disponibili; gli espositori si faranno carico solo delle spese di viaggio.

Per ulteriori informazioni contattare:

  • Tomas Baert ( tomas.baert@eeas.europa.eu );

  • Karin Ferriter ( Karin_Ferriter@ustr.eop.gov );

  • FrédéricPayot ( frederic.payot @ seco.admin.ch ) 

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

il programma di intervento della Regione Lazio

_____

horizon 2020Diamo notizia di un piano di intervento della Regione Lazio destinato alle imprese regionali, finalizzato a supportare attività di ricerca e innovazione (programma Europeo “Horizon2020”). I destinatari sono:

  • Le micro, piccole e medie imprese

  • Le grandi imprese condotte in stretta collaborazione con le PMI regionali al fine di produrre effetti positivi sulle imprese di minore dimensione coinvolte e sullo sviluppo economico locale.

  • Le Università statali della Regione Lazio, Enti di ricerca pubblici e loro Dipartimenti o istituti o assimilabili

  • Centri di ricerca privati classificabili come “Organismo di ricerca” ai sensi dell’art. 30 del REG. CE 800/2008.

Tra le spese ammissibili ci sono i costi sostenuti per la formazione del personale dipendente, i costi propedeutici alla presentazione della proposta alla Commissione inerenti l’attività di ricerca partner quali ad esempio le spese tecniche di segreteria, quelle per analisi, studi e ricerche, le spese di viaggio del personale dedicato alla ricerca del partner, i costi di consulenza svolti da professionisti esperti e l’attività di reporting.
Le spese sostenute dovranno essere fatturate, quietanzate e relative ad attività realizzate entro la data di presentazione della proposta alla Commissione.

Le domande dovranno essere inviate a Sviluppo Lazio entro il 31 gennaio 2015; cliccando qui i dettagli per poter inoltrare la domanda.

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

 

300 milioni per l’accesso al credito

_________

garanzia bancariaE’ operativa la linea di credito destinata alle piccole e medie imprese, a supporto della valorizzazione ed il finanziamento di progetti innovativi basati sullo sfruttamento industriale di brevetti prevista dal Fondo Nazionale per l’Innovazione, strumento del Ministero dello Sviluppo Economico.

Il Ministero, attraverso il fondo, mette a disposizione una garanzia che permetterà di favorire la concessione di finanziamenti da parte delle banche selezionate per circa 300 milioni di euro, favorendo l’accesso al credito delle imprese e riducendo i costi del finanziamento.

I finanziamenti potranno essere concessi fino ad un importo massimo di 3 milioni di euro, con durata fino a 10 anni e nessuna garanzia personale o reale sarà richiesta all’impresa. Mediocredito Italiano del gruppo Intesa Sanpaolo, Unicredit e Deutsche Bank sono le banche che attuano questa importante iniziativa mettendo a disposizione del sistema industriale le loro competenze su un tema particolarmente importante per lo sviluppo e la crescita dell’economia italiana.

Per avere maggiori informazioni le imprese possono fare riferimento alle sezioni dedicate al Fondo Nazionale Innovazione dei siti internet di Mediocredito Italiano (Sezione Ricerca e Innovazione) Unicredit e Deutsche Bank dove sono anche indicati i punti informativi appositamente istituiti dalle tre banche sull’intero territorio nazionale e dove sarà possibile avere ulteriori informazioni anche per la presentazione delle domande di finanziamento.

Per informazioni:

Unicredit: numero verde 800 178051 – casella di posta elettronica: softloansinnovazione-Italia@unicredit.eu

Mediocredito Italiano: numero verde 800 530701 – casella di posta elettronica: nova@mediocreditoitaliano.com

Deutsche Bank: numero verde 800123712 – casella di posta elettronica: fondoinnovazione.brevetti@db.com

Fonte UIBM

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

Dic
10
2012

Brevetti Rand

Alla base di uno sviluppo sostenibile

__________

brevetti randI Brevetti RAND sono brevetti che non possono essere oggetto di controversie in quanto nascono proprio col fine della condivisione della tecnologia in essi contenuta, a condizioni predefinite. Negli ultimi tempi stiamo assistendo a molteplici guerre fra colossi, specie dell’informatica e telecomunicazioni, in cui i brevetti vengono usati come vere e proprie armi (vedi articolo).

I colossi in questione (Apple, Samsung, Google ed altri) si sono resi conto sulla propria pelle che tali scontri impegnano però enormi risorse (non solo economiche) e sarebbe pertanto il caso trovare delle strade alternative per limitare le controversie e, allo stesso tempo, difendere comunque i propri interessi commerciali.

A tal fine, le più grandi aziende tecnologiche mondiali si sono riunite in Svizzera per parlare tra le altre cose di brevetti; in particolare, l’obbiettivo è stato quello di valutare l’efficacia dei “brevetti RAND” (reasonable and non-discriminatory) e di migliorarne la regolamentazione. I brevetti RAND sembra infatti che possano rispondere all’esigenza di consentire lo sviluppo tecnologico limitando le controversie.

Un brevetto RAND prevede un corrispettivo economico automatico al detentore del brevetto potenzialmente violato, senza che questi possa però agire contro il contraffattore impedendogli di produrre e vendere il prodotto che viola il brevetto. I brevetti RAND prevedono cioè che chi voglia utilizzare un dispositivo protetto da brevetto possa farlo senza chiedere  l’autorizzazione, purchè venga corrisposta la quota economica stabilita per legge a chi lo ha registrato.

(altro…)

Un bando per lo sviluppo dell’innovazione

____________

Lombardia-bando innovazioneLa regione Lombardia ha istituito un bando che prevede, tra le molteplici spese ammissibili, anche diritti di brevetti e di licenza, know how e conoscenze non brevettate, registrazione di marchi. Il bando è rivolto esclusivamente allo sviluppo dell’innovazione delle imprese dei settori Commercio, Turismo e Servizi. Di seguito una sintesi tratta dal sito della Regione Lombardia:

Bando per lo sviluppo dell’innovazione delle imprese del terziario

Il bando ha l’obiettivo di sostenere le imprese nei settori del commercio, del turismo e dei servizi per la realizzazione di interventi per l’innovazione e investimenti in beni materiali e immateriali e nuove tecnologie.

La Direzione Generale Commercio Turismo e Servizi ha approvato il “Bando per l’accesso alle risorse per lo sviluppo dell’innovazione delle imprese del terziario (Commercio, Turismo e Servizi)” con decreto n. 2121 del 14 marzo 2012.

Il bando prevede l’assegnazione di contributi a favore di progetti innovativi finalizzati al miglioramento del sistema infrastrutturale, gestionale o organizzativo delle imprese, attraverso progetti di innovazione di prodotti, di processi o di servizi. Nel bando sono dettagliati i tipi di investimenti ammissibili per ogni tipologia di impresa.

Chi può fare domanda: micro, piccole e medie imprese con sede legale e/o operativa in Lombardia, appartenenti ai settori di attività economica Ateco 2007, indicati all’Allegato B del bando.

Dotazione finanziaria: complessivi € 6.000.000,00

Contributo: fino ad un massimo del 50% degli investimenti ritenuti ammissibili, di cui il 50% a fondo perduto e il 50% a rimborso L’importo minimo e massimo dei programmi di investimento ammissibili all’intervento finanziario è così individuato:

• Imprese del settore commercio e servizi: da un minimo di 15.000,00 (quindicimila) euro ad un massimo di 200.000,00 (duecentomila) euro.

• Imprese del settore turismo: da un minimo di 50.000,00 (cinquantamila) euro ad un massimo di 200.000,00 (duecentomila) euro.

 Termini e procedure per la presentazione della domanda: la domanda di partecipazione al bando deve essere presentata esclusivamente on line dalle ore 14:00 del 16 aprile 2012 sino alle ore 12:30 del 29 giugno 2012 al seguente indirizzo:

https://gefo.servizirl.it

Informazioni: Per informazioni e assistenza sul bando e adempimenti connessi:

innovazioneterziario@regione.lombardia.it

indicando nell’oggetto della mail il settore di riferimento per il quale si richiede la partecipazione (commercio, turismo o servizi).

Per assistenza tecnica alla compilazione on line: numero verde 800131151 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 e il sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00.

TIPOLOGIA: Agevolazioni
SCADENZA: Temporale
DATA DI PUBBLICAZIONE: 19-03-2012
DATA CHIUSURA: 29-06-2012

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

A Superquark Piero Angela affronta il tema

_____________

Il video che proponiamo è estratto dalla trasmissione Superquark dell’1/9/11 e riporta un servizio in cui Piero Angela affronta l’argomento con la sua proverbiale chiarezza e semplicità. In studio anche il Prof. Carlo Someda, già docente a Padova di campi elettromagnetici nonché inventore con importanti brevetti nel campo delle fibre ottiche.

Il video illustra sinteticamente la teoria e le procedure per l’ottenimento di un brevetto soffermandosi poi, nella seconda parte del servizio, su alcuni indicatori che denotano la maggiore o minore propensione di un Paese all’innovazione. Si scopre così che in Italia sono state depositate ne 2010 circa 7.500 domande di brevetto di cui circa 1.800 sono state estese a livello internazionale.

A titolo di confronto, si scopre che una nazione come  la Germania ne estende a livello internazionale oltre 8.000, per arrivare alle oltre 100.000 degli USA. Tenendo conto che i brevetti internazionali sono quelli (per vari motivi) più “importanti”, allora si capisce quali siano i Paesi che supportano maggiormente la ricerca e l’innovazione.

Interessante anche scoprire che mentre la maggior parte dei Paesi industrializzati, abbia incrementato negli ultimi 10 anni il numero di domande di brevetto internazionale, l’Italia è rimasta invece praticamente stabile. Tra i Paesi che hanno registrato incrementi maggiori ci sono quelli orientali, segno inequivocabile di una politica di crescita che, tra le altre cose, incentiva la creatività.

Ing. N. Marzulli

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

Apr
13
2012

SeedLab

Spazio alle innovazioni

________

seedlabSono molti gli innovatori che propongono business basati sull’innovazione, sono però poche le nuova iniziative che raggiungono i risultati sperati; tra le tante idee che non arrivano al successo, molte sono estremamente valide ma non trovano il modo giusto per attrarre investimenti.

Ciò è spesso causato da carenze nella compagine oppure nell’articolazione della proposta; in sostanza, non mancano gli innovatori con ottime idee tecnologiche, bensì mancano le competenze per farle crescere, con il risultato che molte occasioni di crescita vengono perdute.

SeedLab aiuta gli imprenditori più innovativi, offrendo un percorso che insegna a superare gli ostacoli ed a costruire una startup realmente in grado di crescere ed attirare investimenti. Si può quindi definire un “acceleratore di impresa”, per aumentare cioè la crescita e le probabilità di successo delle startup.

Il programma di studi concepito da SeedLab trasforma l’innovatore o il ricercatore che si presenta con una tecnologia brevettata, brevettabile o comunque originale, in uno startupper. Il percorso si articola in due fasi: da aprile a giugno l’apprendimento delle basi del business e la costruzione del team, e da giugno a settembre una full immersion nell’incubatore universitario di Firenze per dare alla tecnologia sviluppata una forma industriale e scrivere il business plan. Nella giornata conclusiva, le startup presentano le loro iniziative ad una platea di investitori nazionali ed internazionali.

Il programma ha un costo di 21 mila euro e prevede la possibilità (per le proposte selezionate) che vengano totalmente coperti da borse di studio messe a disposizione da investitori. I finanziatori avranno ovviamente interesse a continuare a supportare economicamente le iniziative sponsorizzate, anche dopo la fine del programma. In cambio del loro supporto, gli investitori chiederanno una quota minoritaria (intorno al 10%) della nascente azienda.

I termini per l’iscrizione al programma SeedLab, scadono ad aprile.

 

Ing. N. Marzulli

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

500mila euro per giovani imprese innovative

_____________

fondo creativitàLa camera di Commercio di Roma e la Provincia di Roma hanno confermato per il terzo anno consecutivo il cosiddetto “Fondo Creatività”, che nasce per dare slancio alla creatività ed alla nascita di giovani imprese innovative. Il finanziamento complessivamente stanziato ammonta a 500 mila euro, e servirà, da un lato a sostenere le giovani imprese creative già esistenti, e dall’altro a contribuire alla nascita di nuove imprese creative.
Riportiamo questa notizia soprattutto perchè il Fondo è destinato a progetti di impresa innovativi e creativi, ossia premia i progetti che, ad esempio ma non esclusivamente, si basano su brevetti (produzione e/o commercializzazione) acquisiti direttamente o su licenza; il modello di domanda di partecipazione, prevede infatti diversi quesiti, tra i quali ci sono anche quelli relativi all’eventuale possesso di diritti di Proprietà Intellettuale (brevetti ma non solo), nonchè quelli relativi al grado di innovazione introdotto dal prodotto/servizio oggetto dell’impresa.
Il Fondo si prefigge quindi di supportare la costituzione e l’avviamento di piccole e medie imprese ad elevato contenuto innovativo, nonchè di intervenire a favore di imprese giovani, ossia costituite da meno di 24 mesi, caratterizzate sempre da elevato contenuto innovativo.

I settori ai quali tali progetti devono riferirsi sono:
Architettura;
Arte;
Artigianato artistico;
Disegno industriale;
Moda;
Pubblicità e comunicazione;
Fotografia;
Editoria;
Industria dello spettacolo;
Audiovisivo.

Il termine di scadenza della presentazione della domanda è il 29 Febbraio 2012.

Ing. N. Marzulli

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

45,5 milioni per innovazione PMI

__________

incentivi innovazioneIl Ministero dello Sviluppo Economico (MSE) – Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione, Ufficio Italiano Brevetti e Marchi – ha promosso un articolato programma di azioni e strumenti a supporto dello sviluppo e della competitività del sistema imprenditoriale – PACCHETTO INNOVAZIONE – in linea con le traiettorie di sviluppo tracciate dall’Unione Europea indicate nella Comunicazione Europa 2020 “Una strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva” .

Le iniziative rendono disponibili alle imprese un finanziamento complessivo di 45.5 milioni di euro, secondo due modalità:

– Erogazione di premi a favore di imprese per aumentare il numero dei depositi nazionali ed internazionali di brevetti e disegni (30,5 milioni di euro).
– Erogazione di agevolazioni per portare sul mercato prodotti nuovi basati su brevetti e design (15 milioni di euro).

I bandi sono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, Serie Generale n. 179 del 03/08/2011. Le misure saranno attuate con il contributo tecnico di Invitalia e della Fondazione Valore Italia.

Sarà possibile accedere alle agevolazioni a partire dal 2 Novembre 2011. Per tutte le informazioni sulle modalità di accesso, è operativo il Call Center al numero +39 06-4705-5800 dalle ore 9:00 alle ore 17:00 escluso il sabato e i festivi; oppure, è possibile inviare un messaggio di posta elettronica al seguente indirizzo: contactcenteruibm@sviluppoeconomico.gov.it

Fonte UIBM

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

Categorie