Tag Archives: indagine assocamerestero

Imitazioni del Made in Italy in aumento

_____________

La pandemia ha favorito il crescere di un fenomeno denominato “Italian Sounding”, già ben conosciuto, ma che ha visto durante il periodo di chiusura e restrizioni causato dal Coronavirus, un aumento esponenziale delle imitazioni dei prodotti “Made in Italy”, in particolare nel settore food.

E’ quanto è emerso da un’indagine condotta da Assocamerestero in relazione al progetto True Italian Taste ( “The Extraordinary Italian Taste”): le 7 Camere di Commercio Italiane presenti all’estero, in particolare in Australia (Melbourne e Sydney), Brasile (Belo Horizonte, Rio de Janeiro e San Paolo), Polonia (Varsavia) e Russia (Mosca) hanno registrato la presenza di più di 600 prodotti Italian Sounding.

Proprio in virtù di tale fenomeno, le Camere di Commercio Italiane all’Estero stanno costantemente monitorando la situazione, anche attraverso campagne di promozione che incentivino l’acquisto del prodotto italiano.

Il fenomeno dell’ “Italian Sounding” consiste nell’attribuire ad un prodotto un marchio il cui “suono” evochi un’origine italiana: il fenomeno interessa prodotti realizzati all’estero i quali, giocando sul “suono” del relativo nome, ingannano i consumatori facendo pensare loro che si tratti di un prodotto italiano.

L’obiettivo è ovviamente quello di sfruttare l’indiscussa popolarità mondiale dei nostri prodotti, in particolare agroalimentari, consentendo all’azienda produttrice del prodotto “non-italiano” di ritagliarsi fette di mercato a discapito di aziende produttrici nostrane.

Volendo fare un esempio, è noto il caso del formaggio estero “Parmesan” il cui suono fa pensare al “parmigiano” italiano. Diventa pertanto fondamentale educare il consumatore (specie estero) a riconoscere l’originalità di un prodotto (ne abbiamo parlato qui). 

Vedi anche:

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

Categorie