Tag Archives: colori marchio

Il logo Ikea

____________

AGGIORNATO IL 7/12/2020

Quando si decide di registrare un marchio, il titolare deve decidere se depositare un logo:

  1. a colori rivendicando quindi dei colori ben precisi;
  2. in bianco/nero; questa scelta non è da sottovalutare in quanto ci sono pro e contro in entrambi i casi.

Il marchio a colori è un tipo di marchio rappresentato solo dal colore o da combinazioni di colori, privo di scritto o accompagnato da esse.

Per un logo a colori, in generale, un colore dona identità ad un marchio facilitandone la riconoscibilità; c’è un legame molto stretto tra brand e colore, da valutare con ponderazione in quanto rappresenta un elemento aggiuntivo di fondamentale importanza.

Psicologicamente, un consumatore che si trova di fronte ad un marchio lo memorizza prima visivamente e, solo in un secondo momento, verbalmente. E’ pertanto indubbio che la presenza di uno o più colori, facilitano la memorizzazione complessiva del marchio.

Un utente percepisce all’istante il colore di un prodotto e lo associa subito alla relativa marca prima ancora di averne letto il nome (ne abbiamo parlato qui). Il colore può dunque conferire un’efficacissima distintività e caratterizzazione ad un prodotto.

Facciamo un esempio: il logo del famoso colosso Ikea è composto dai colori giallo e blu il che, oltre a renderlo riconoscibile anche solo dai colori, gli dona un’identità tale da far sorgere dubbi sull’originalità di un prodotto provvisto del medesimo marchio però nei colori bianco e rosso.

Rinunciare al colore significa quindi perdere un importante elemento di distintività, che aiuta nel riconoscimento di un marchio e nella conseguente scelta di un prodotto da esso contraddistinto. Bisogna inoltre ricordare che registrare un marchio a colori nazionale o comunitario, non comporta nessun costo aggiuntivo.

La scelta della registrazione di un marchio in bianco/nero, è solitamente dettata dalla previsione di utilizzarlo in diverse varianti di colore (senza cioè un’unica variante di colore preferita); è una scelta legittima ma è importante notare che in questo caso non si aiuta certo il consumatore a memorizzare il marchio!

Vedi anche:

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

si possono registrare anche solo dei colori

_________

marchio di colore Una certa combinazione di colori è in grado di rendere un prodotto immediatamente riconoscibile e distinguibile dagli altri; il colore dona infatti un impatto visivo che cattura l’attenzione e può condizionare un acquisto. Un utente percepisce all’istante il colore di un prodotto e lo associa subito alla relativa marca prima ancora di averne letto il nome.

Il colore può dunque conferire un’efficacissima distintività e caratterizzazione ad un prodotto; è questo il principale motivo per cui è possibile registrare come marchio uno o più colori abbinati tra loro. È cioè possibile registrare come marchio la sola combinazione di più colori, senza alcuna dicitura abbinata.

Una combinazione di colori registrata come marchio, potrà essere utilizzata su un prodotto, un macchinario, per identificare un servizio e così via. Un esempio quotidiano lo ritroviamo quando per strada cerchiamo un distributore di carburante; le strutture dei vari impianti di erogazione, sono contraddistinte da un ben preciso abbinamento di colori. Capita un po’ a tutti di associare immediatamente il colore alla casa madre anche senza leggerne il nome.

Si può registrare come marchio anche solo un colore; in questo caso si esclude però che possa essere impiegato un “colore puro”, privo cioè di variazioni cromatiche. Il motivo è rappresentato dal fatto che l’esclusiva di utilizzo di quel determinato “colore puro” non può essere data a nessuno, cioè non può essere limitata ad un solo soggetto.

(altro…)

Categorie