Tag Archives: classificazione di nizza

Come scegliere la classe giusta

_____________

Prima di procedere con la registrazione di un marchio, sia a livello nazionale (UIBM) che comunitario (EUIPO) ed internazionale (WIPO), è obbligatorio individuare la giusta classe di appartenenza per le categorie di prodotti e/o servizi che si desidera trattare in base alla Classificazione Internazionale dei prodotti e servizi, comunemente nota come Classificazione di Nizza.

Le classi da cui è composta la Classificazione di Nizza sono in totale 45, suddivise in 34 per i prodotti e 11 per i servizi: nel momento in cui si designano una o più classi, ci si tutela impedendo ad un eventuale concorrente di registrare un marchio uguale o simile al proprio nella stessa classe. Se invece la registrazione di un marchio uguale o simile avviene in una classe differente, è quasi sempre possibile salvo delle eccezioni che vanno valutate singolarmente come ad esempio nel caso di una tutela ultramerceologica.

È utile sapere che l’elenco di prodotti e servizi inseriti in una domanda di marchio può essere ridotto ma non ampliato: in altri termini, non è possibile aggiungere successivamente al deposito altri prodotti, servizi o classi.

A tal fine, nel momento in cui si registra un marchio è opportuno pensare sia al prodotto o servizio che il marchio contraddistinguerà al momento della registrazione, sia ai prodotti/servizi che potenzialmente si desidererà trattare in futuro. Se quindi si presume di estendere in futuro il marchio ad altre categorie di prodotti/servizi, è consigliabile inserire classi aggiuntive nella domanda iniziale perchè non è possibile successivamente aggiungere classi ad un marchio già registrato.

Ricapitolando è quindi fondamentale:

  1. scegliere la classe/classi individuando i prodotti/servizi che verranno contraddistinti dal marchio che si intende depositare;
  2. pensare all’atto del deposito anche ai possibili sviluppi futuri aggiungendo prodotti/servizi che si ritiene di trattare anche in un momento successivo.

Vedi anche:

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

ci sono classi differenti?

_____

classi marchio dettaglianti o produttoriQuando si decide di registrare un marchio e si scelgono le classi di riferimento, molto spesso si incorre nel dubbio se ci siano differenze nella scelta delle classi a seconda che si produca un prodotto oppure lo si commercializzi soltanto.

Ci si chiede pertanto se nel caso di semplice vendita al dettaglio si debbano indicare tutti i prodotti che si deciderà di riporre sugli scaffali del proprio esercizio commerciale anche se non si è produttori; ad esempio, il marchio di un supermercato deve includere tutte le classi dei prodotti in vendita?

La risposta è affermativa: sia che si tratti di un produttore che di un grossista o dettagliante, nella scelta delle classi il titolare dovrà necessariamente indicare tutti i prodotti e/o servizi che tratta, non vi è alcuna differenza.

Un marchio, infatti, può essere adottato sia da un’azienda produttrice per contraddistinguere tutti gli articoli prodotti, che da un commerciante per contraddistinguere tutti i prodotti che vengono venduti all’interno della propria attività commerciale.

Facciamo un esempio:
(altro…)

cosa specificare in ogni classe

_____

classi registrazione marchiNel 2012 è stato chiarito che nel deposito di una domanda di registrazione marchio, è necessario specificare con chiarezza e precisione i prodotti/servizi da associare ad un marchio. Questo concetto è molto importante ed è stato parzialmente trattato in questo articolo.

Chiariamo meglio il concetto: prima di questa sentenza del 2012, si associava un marchio ad un’intera classe inserendo spesso la dicitura “tutta la classe” per comprenderne tutti i prodotti/servizi che ne facevano parte. Ora invece nella domanda di registrazione marchio dovranno essere indicati e specificati tutti i prodotti e servizi che ne fanno parte e che si intende associare al marchio.

Ciò significa che se il proprio marchio verrà utilizzato solo per alcuni prodotti/servizi di una determinata classe, gli altri dovranno essere scartati. In definitiva non è sufficiente scegliere la classe, bensì per ciascuna il richiedente deve elencare singolarmente tutti i prodotti/servizi che verranno contraddistinti dal marchio che si sta registrando.

Quando parliamo di classi ricordiamo che facciamo riferimento alla Classificazione Internazionale dei prodotti e servizi, comunemente nota come Classificazione di Nizza, ossia un elenco dove vengono riportati tutti i prodotti e servizi che possono essere associati ad un marchio.

L’uso della Classificazione di Nizza è obbligatorio per

  • il deposito di marchi nazionali nei Paesi membri dell’Accordo di Nizza
  • per i marchi comunitari presso l’EUIPO 
  • per quelli internazionali presso la WIPO

Un soggetto che intende registrare un marchio deve designare una o più classi nelle quali far valere il marchio e deve avvalersi della Classificazione di Nizza. 

Ing. Marzulli – Avv. Zambetti

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

le regole per un’idonea classificazione di un marchio

___________

AGGIORNATO IL 26/04/2021

classe marchioNel momento in cui si deposita una domanda di marchio, occorre designare una o più classi nelle quali far valere il marchio; abbiamo già più volte scritto che ci si deve avvalere della Classificazione di Nizza, scegliendo tra le 45 classi in essa contenute. Ciò che invece non è stato sufficientemente chiarito, è come scegliere la classe e cosa specificare dopo averla individuata.

È dunque opportuno procedere in questo modo:

  1. scegliere la classe
  2. specificare i prodotti/servizi che verranno contraddistinti dal marchio

In merito al punto 1., abbiamo cercato di rendere agevole questa operazione trasferendo sul nostro sito la banca dati gratuita di TMclass: cliccando su un qualsiasi servizio della nostra piattaforma online , ad un certo punto del percorso guidato verrà visualizzata la casella “ricerca classe” nella quale digitare semplicemente il tipo di prodotto/servizio per il quale si vorrà individuare la classe. Verrà visualizzata una lista di prodotti/servizi che contengono il termine digitato, tra i quali scegliere quello più rappresentativo.

Occorre aggiungere una cosa importante: tenendo conto che un marchio può essere registrato in più classi, è importante sceglierne di ulteriori pensando a possibili sviluppi  futuri. Facciamo un esempio per chiarire meglio il concetto: il marchio che si sta registrando riguarda una “birra” e quindi si cercherà la classe corrispondente alle birre, però in futuro (forse) si produrranno con quello stesso marchio anche degli “snack” quindi, sarà opportuno scegliere in fase di deposito anche la classe degli “snack”. Questo perchè non è possibile aggiungere classi ad un marchio già registrato.

Diciamo infatti che una volta registrato un marchio non è possibile non solo aggiungere nuove classi di prodotti/servizi ma non si può neanche integrare quelle originariamente indicate con nuove voci. Pertanto, prima di depositare un marchio è importante avere le idee ben chiare (ne abbiamo parlato qui).

In merito al punto 2. va detto che occorre specificare TUTTI i prodotti/servizi che verranno contraddistinti dal marchio che si sta registrando; quindi, ad esempio, se il vostro marchio dovrà contraddistinguere sia delle “armi” che dei “fuochi di artificio”, dovranno essere specificati entrambi, anche se appartengono alla stessa classe.

Vedi anche:

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

registrazione marchioLa registrazione di un marchio nazionale (valido cioè solo in Italia) è facilmente ottenibile avvalendosi del relativo servizio disponibile su questo sito; ci si renderà conto immediatamente che l’intera procedura necessita di 5-10 minuti e che si caratterizza per l’estrema semplicità d’uso dell’interfaccia.

Sottolineiamo in particolare, la semplicità con la quale si individua la classe corretta nella quale registrare il marchio; sappiamo infatti per esperienza che l’individuazione della classe appartenente alla Classificazione di Nizza, rappresenta spesso un problema a causa del fatto che spesso non la si riesce ad individuare fra i pochi termini riportati nell’elenco ufficiale. Affidandovi alla piattaforma online di questo sito, scoprirete invece l’immediatezza e la facilità con le quali riuscirete ad individuarla.

Ing. N. Marzulli

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

La 10^ edizione

_____

classificazione di NizzaCon l’inizio del 2012 è entrata in vigore la 10^ edizione della Classificazione di Nizza che, lo ricordiamo, venne istituita nel 1957 al fine di distinguere le varie categorie di prodotti e servizi durante la fase di registrazione di un marchio. Con l’avvio della nuova edizione, tutti i marchi da registrare dal 1° Gennaio 2012 dovranno rispettare tale classificazione aggiornata.

Nei Paesi che adottano la Classificazione di Nizza, coloro che registrano un nuovo marchio sono tenuti a specificare la classe (o le classi) alla quale appartiene il prodotto o servizio al quale si riferisce il marchio. Le classi sono in totale 45, suddivise in 34 per i prodotti e 11 per i servizi; nel momento in cui si designa una o più classi, si inibisce ad un eventuale concorrente di registrare un marchio uguale o simile al proprio nella stessa classe. Viceversa, la registrazione di un marchio uguale o simile in una classe differente, è quasi sempre possibile salvo delle eccezioni che vanno valutate singolarmente.

Il numero di classi da scegliere al momento della registrazione di un marchio, non è limitato ossia si possono potenzialmente designare tutte le 45 classi, pagando una tassa per ogni classe aggiuntiva oltre la prima (nel caso di deposito di un marchio nazionale), oppure oltre la terza (nel caso di deposito di un marchio comunitario).

In virtù di ciò, nel momento in cui si registra un marchio è opportuno pensare sia al prodotto o servizio che l’azienda offre al momento della registrazione, sia ai prodotti/servizi potenzialmente da sviluppare nel futuro; se quindi si presume di estendere in futuro il marchio ad altre categorie di prodotti/servizi, è consigliabile inserire classi aggiuntive nella domanda iniziale (ricordiamo che non è possibile a posteriori aggiungere classi ad un marchi già registrato).

L’uso della Classificazione di Nizza è obbligatorio sia nel deposito di marchi nazionali nei Paesi membri dell’Accordo di Nizza, sia nel deposito di marchi comunitari presso l’EUIPO e per il deposito di marchi internazionali presso la WIPO.

 

I Paesi aderenti a tale accordo sono attualmente 83, inoltre ci sono altri 66 Paesi e 3 organizzazioni quali l’OAPI (Organizzazione Africana della Proprietà Intellettuale), l’ARIPO (Organizzazione Regionale Africana della Proprietà Intellettuale), e il BOIP (Organizzazione della Proprietà Intellettuale del Benelux), che utilizzano ugualmente la Classificazione di Nizza.

Ing. N. Marzulli

registra un marchio ORA     - CANALE VIDEO -Marchio Logo

Categorie