Area Info

In questa sezione potrai trovare una risposta a qualunque tuo dubbio o quesito riguardante brevetti, marchi, disegni, modelli, diritto d’autore, aspetti legali e molto altro. La consultazione della nostra vastissima banca dati di articoli è totalmente GRATUITA.

Per iniziare digita l'argomento di cui vuoi informazioni:

l’Oscar delle invenzioni

____

finale European Inventor Award 2016Due italiane, Virna Cerne e Ombretta Polenghi tra i tre finalisti dello European Inventor Award 2016, il prestigioso premio considerato l’Oscar delle invenzioni che viene assegnato ogni anno ad inventori, scienziati e ricercatori provenienti da ogni parte del mondo.

La manifestazione è organizzata dall’EPO (European Patent Office), l’ufficio europeo dei brevetti, e il premio verrà assegnato a Lisbona il 9 giugno. Durante la cerimonia verranno premiate 5 categorie:

1. Industria: per le tecnologie di successo brevettate da grandi imprese europee
2. PMI: per le invenzioni eccezionali di piccole e medie imprese (PMI)
3. Ricerca: per gli inventori che lavorano presso università o istituti di ricerca
4. Lifetime achievement: per onorare il contributo a lungo termine di inventori
5. Paesi non europei: per tutti gli inventori che non hanno la cittadinanza europea, ma a cui è stato concesso un brevetto europeo

Ci sarà una prima selezione tecnica e poi una giuria popolare voterà i vincitori per ciascuna categoria attraverso il voto sul seguente sito dell’EPO:
http://www.epo.org/learning-events/european-inventor/popular-prize.html
oppure alla pagina Facebook:
https://www.facebook.com/europeanpatentoffice

Le votazioni partiranno il 26 aprile e termineranno 31 maggio 2016. Le due scienziate italiane gareggiano con l’invenzione dal titolo “Gluten substitutes from corn” nel campo alimentare per la categoria industria.

Si tratta dello sviluppo di un nuovo metodo per la produzione di alimenti gluten-free: consiste nell’isolare in laboratorio e in una seconda fase estrarre dal granoturco delle proteine che presentano una struttura molecolare simile a quella del glutine e che potranno quindi essere inserite in vari alimenti.

Dal procedimento si ottiene pertanto un composto che ricorda il sapore e la consistenza dei prodotti da forno dove è presente il glutine. L’invenzione è senz’altro innovativa perché l’utilizzo di queste proteine in alternativa al glutine permette di migliorare la qualità della vita di tante persone affette da celiachia.

(fonte UIBM)

Due Italiane nella finale dello European Inventor Award 2016 Esprimi un giudizio su questo articolo
4.40/5 5 votis

Categorie