Area Info

In questa sezione potrai trovare una risposta a qualunque tuo dubbio o quesito riguardante brevetti, marchi, disegni, modelli, diritto d’autore, aspetti legali e molto altro. La consultazione della nostra vastissima banca dati di articoli è totalmente GRATUITA.

Per iniziare digita l'argomento di cui vuoi informazioni:

Quale tipo di tutela è possibile

______

tutela appVista l’attuale diffusione delle “app” per smartphone e tablet, i relativi sviluppatori ci pongono spesso la domanda su come sia possibile proteggerla in modo da tutelarsi ed impedire ad altri di copiarla. Diciamo subito che è possibile tutelare giuridicamente un’”app” attraverso la protezione concessa dalla legge sul diritto d’autore per i programmi per elaboratori e i software (ne abbiamo parlato qui).

Le “app” sono sostanzialmente dei software, studiate appositamente per svolgere diverse funzioni sul dispositivo mobile sul quale sono installate. Tra le “app” troviamo ad esempio le “utilities”, le quali hanno come scopo quello di dare informazioni di vario genere o di soddisfare vari tipi di richieste ed esigenze.

La legge n. 633/1941 sul diritto d’autore tutela i software paragonandoli alle opere letterarie cioè alle creazioni intellettuali. Pertanto, come per le opere dell’ingegno, i diritti su un’app/software si acquisiscono al momento della sua creazione; colui a cui viene attribuita la paternità acquista i diritti su quell’opera nel momento in cui viene ideata, e la tutela offerta dal diritto d’autore dura per tutta la vita del suo autore e sino a 70 anni dopo la sua morte.

Ricordiamo che i diritti che si acquisiscono sono di due tipi: morali e patrimoniali. Il diritto morale (cioè quello che decreta la paternità dell’opera) è inalienabile, mentre i diritti patrimoniali possono essere trasferiti e consistono sostanzialmente nei diritti di utilizzazione economica dell’app (cioè il diritto di pubblicarla, di diffonderla e di commercializzarla).

Per poter sfruttare i diritti patrimoniali è opportuno depositare l’app presso il registro pubblico speciale per i programmi per elaboratore (presso la SIAE). L’app, come il software, è protetta in base alla legge dello stato in cui viene prodotta o distribuita.

Ing. Marzulli – Avv. Zambetti

Come proteggere un’applicazione (app) per smartphone/tablet. Esprimi un giudizio su questo articolo
5.00/5 7 votis

Categorie