Area Info

In questa sezione potrai trovare una risposta a qualunque tuo dubbio o quesito riguardante brevetti, marchi, disegni, modelli, diritto d’autore, aspetti legali e molto altro. La consultazione della nostra vastissima banca dati di articoli è totalmente GRATUITA.

Per iniziare digita l'argomento di cui vuoi informazioni:

ottimizzare lo sfruttamento di marchi e brevetti

________

penna piumaAver registrato un marchio o brevettato un’invenzione, significa aver compiuto solo il primo passo; occorre poi sfruttare e rendere produttivo l’investimento fatto per la registrazione o la brevettazione. Lo sfruttamento in proprio è la più ovvia ed immediata maniera di utilizzare un marchio od un brevetto, ma non è l’unica.

Ulteriori opportunità sono offerte dalla possibilità di stipulare accordi di merchandising o franchising al fine di ottenere dal proprio marchio o brevetto il massimo vantaggio economico. Forniamo quindi una sintetica spiegazione del loro significato e vediamo come si possono proficuamente utilizzare per potenziare lo sfruttamento di marchi e brevetti.

Attraverso un accordo di merchandising, il titolare di un marchio concede a un licenziatario il diritto di apporlo sui propri prodotti o servizi (appartenenti ad un ambito merceologico diverso da quello del titolare del marchio) purché tale marchio sia protetto anche nella classe merceologica dei prodotti del licenziatario.

Chiariamo bene quest’ultimo aspetto: se supponiamo che si desideri utilizzare il proprio marchio in un merchadising di penne e matite (ad esempio), occorre che il proprio marchio risulti registrato anche nella classe delle penne e delle matite, viceversa il licenziatario si ritroverebbe senza alcuna tutela.

Questa strategia commerciale offre vantaggi sia al titolare del marchio che al licenziatario;
il titolare del marchio potrà veicolare il proprio brand in mercati diversi dal principale espandendo fortemente il proprio business, mentre il licenziatario può sfruttare il marchio concessogli per vendere più efficacemente e proficuamente i suoi prodotti.

Attraverso il franchising (o affiliazione commerciale, disciplinata dalla Legge 129/2004), un’impresa può concedere a un soggetto (definito affiliato o franchisee) la disponibilità di propri diritti di proprietà industriale (marchi, brevetti, modelli di utilità, disegni, diritti d’autore, know-how) inserendolo in una rete di affiliati distribuiti sul territorio, allo scopo di commercializzare determinati prodotti e/o servizi.

Generalmente, a fronte di queste concessioni, l’impresa ottiene dall’affiliato un corrispettivo commisurato al fatturato annuo, unitamente all’impegno a rispettare i propri standard produttivi e qualitativi.

Ing. Marzulli

Merchandising e Franchising marchi e brevetti Esprimi un giudizio su questo articolo
5.00/5 4 votis

Categorie