Area Info

In questa sezione potrai trovare una risposta a qualunque tuo dubbio o quesito riguardante brevetti, marchi, disegni, modelli, diritto d’autore, aspetti legali e molto altro. La consultazione della nostra vastissima banca dati di articoli è totalmente GRATUITA.

Per iniziare digita l'argomento di cui vuoi informazioni:

le differenze tra i due tipi di marchio

______

marchio verbale o figurativoQuali sono le differenze tra un marchio verbale ed uno figurativo? Il marchio verbale consiste in una dicitura semplicemente digitata su una tastiera, a caratteri di stampa, ossia del tutto priva di caratteri personalizzati, colori, grafica e/o logo; si tratta quindi di una scritta senza alcuna componente grafica. Quando si deposita un marchio verbale viene pertanto tutelata la/e parola/e e non il suo aspetto esteriore (cioè con quali caratteri e colori viene scritta).

Il marchio è figurativo quando invece possiede una grafica personalizzata e/o dei caratteri di fantasia e/o dei colori e/o un logo. Quando si effettua il deposito di un marchio figurativo, vengono pertanto tutelati sia i termini utilizzati che l’aspetto esteriore (cioè caratteri personalizzati, colori, grafica, logo).

La decisione su quale tipo di registrazione effettuare, può dipendere da vari fattori; se ad esempio non si dispone di un logo, la scelta è ovviamente quella di un marchio verbale. Se invece si è realizzato un marchio dotato di un minimo di aspetto esteriore, sarebbe opportuno registrarlo come figurativo anche perchè i consumatori memorizzano più facilmente un’immagine che una parola.

Un altro criterio interessante per decidere quando registrare un marchio verbale o figurativo, può derivare dalla valutazione della sua forza;

se si tratta di un marchio foneticamente forte (quindi piuttosto originale), potrebbe essere sufficiente registrarlo come verbale svincolandosi quindi dal suo aspetto esteriore. Se il marchio invece è debole converrà al titolare registrarlo come figurativo perchè acquisterà forza.

È bene sapere che se si registra un marchio comunitario che presenta lettere alfabetiche diverse da quelle in uso nell’UE, dovrà essere depositato come marchio figurativo. È inoltre utile ricordare che la tutela del proprio marchio contro eventuali altri depositati posteriormente, si estende non solo ai marchi identici ma anche a quelli simili sia verbalmente che foneticamente.

Ing. Marzulli – Avv. Zambetti

Marchio verbale o figurativo? Esprimi un giudizio su questo articolo
4.44/5 9 votis

Categorie