Area Info

In questa sezione potrai trovare una risposta a qualunque tuo dubbio o quesito riguardante brevetti, marchi, disegni, modelli, diritto d’autore, aspetti legali e molto altro. La consultazione della nostra vastissima banca dati di articoli è totalmente GRATUITA.

Per iniziare digita l'argomento di cui vuoi informazioni:

quando un’insegna ed un marchio sono uguali ma appartengono a soggetti diversi

___________

insegne e marchiÈ bene sapere che

  • l’iscrizione al registro delle imprese con conseguente utilizzo dell’insegna
    e

  • la registrazione come marchio del nome della società

sono due cose diverse: la prima è disciplinata dal codice civile, mentre la registrazione dei marchi è disciplinata dalle norme del codice della proprietà industriale.

Un’insegna ha capacità distintiva e caratterizza i locali dove si svolge l’attività imprenditoriale, mentre un marchio può essere registrato da chiunque (cioè anche da chi non è titolare di nessuna impresa) e può essere associato a qualsiasi prodotto o servizio (quindi anche quelli che non sono di propria fornitura).

Un’insegna, al fine di non generare confusione tra la clientela, non deve essere simile o uguale ad un marchio registrato già esistente, idoneo a contraddistinguere un altrui similare prodotto o servizio; se invece un marchio viene depositato successivamente ed è identico ad un’insegna preesistente nota solo a livello locale, cosa accade?

In questa fattispecie l’insegna si comporta come se fosse un marchio di fatto, cioè il titolare può continuare ad usarla nei limiti del preuso; l’attività commerciale contraddistinta da quella insegna, resta per lo più “cristallizzata” nella cerchia locale dove è stata utilizzata l’insegna, senza più potersi espandere a livello geografico.

A quel punto, anche volendo, il titolare dell’insegna non può più registrare quella dicitura come marchio in quanto quest’ultimo è già stato registrato da un altro soggetto; egli non potrà quindi impedire alcunchè ad altri, ad eccezione di altrui attività di concorrenza sleale aventi ad oggetto condotte scorrette finalizzate all’accaparramento della clientela.

Ricordando infine che un marchio di nuova registrazione deve sempre possedere il requisito di novità, allora in casi analoghi alla fattispecie in esame sarà sempre opportuno valutare:

  • la novità del marchio che si intende registrare: se manca questo requisito il marchio è nullo;

  • il livello di notorietà dell’eventuale insegna esistente, la vicinanza e la localizzazione del suo raggio d’azione, sempre al fine di non creare confusione se si esercita un’attività simile o se il segno successivamente registrato è identico o simile a quello già utilizzato come insegna.

Insegna commerciale e marchio Esprimi un giudizio su questo articolo
5.00/5 4 votis

Categorie