Area Info

In questa sezione potrai trovare una risposta a qualunque tuo dubbio o quesito riguardante brevetti, marchi, disegni, modelli, diritto d’autore, aspetti legali e molto altro. La consultazione della nostra vastissima banca dati di articoli è totalmente GRATUITA.

Per iniziare digita l'argomento di cui vuoi informazioni:

tutelarsi è necessario perchè i Cinesi non sono stupidi

_________

avviamento commerciale in cinesePartiamo dall’ipotesi che vogliate ritagliarvi una  piccola fetta di quell’immenso mercato che è la Cina e che quindi stiate muovendo i primi passi; la prima cosa che dovete avere molto bene in mente è che i Cinesi sono molto “svegli” e prontissimi (oltre che rapidissimi) ad  approfittare di ogni spiraglio di azione che gli viene lasciato.

Non siate quindi sprovveduti e non fate l’errore di pensare che la Cina sia ancora quel Paese arretrato di qualche decennio fa. Una decina di anni fa la Cina è entrata a far  parte dell’OMC (è entrata cioè nel mercato globale) e da allora non solo ha avuto una progressione economica straordinaria, ma le sue aziende hanno anche capito benissimo come muoversi abilmente nel mercato globale per sopperire alla loro mancanza di “avviamento”.

Questo ritengo sia uno degli aspetti su cui porre maggiore attenzione, ovvero il fatto che le aziende Cinesi hanno spesso bisogno di quell’avviamento commerciale che gli manca. Per chiarire facciamo un esempio: un’azienda Italiana arriva a disporre di un marchio con delle credenziali (notorietà, fama di affidabilità, serietà ecc.) dopo anni di attività ed investimenti, creando quell’avviamento che invece manca attualmente alla stragrande maggioranza di aziende Cinesi.

Ecco quindi il motivo principale per cui un’azienda Cinese cercherà di impadronirsi del vostro marchio, o  brevetto, o altro titolo di Proprietà Intellettuale: poter disporre di un avviamento commerciale che non ha, per potersi espandere ed aggredire il mercato. Essa quindi sfrutterà qualsiasi opportunità a sua disposizione, a meno che non siete attenti e non adottiate degli accorgimenti, o meglio ancora una strategia preventiva.

Il PRIMO passo da compiere, prima ancora di pensare a come meglio muoversi, è quello di tutelarsi registrando il proprio marchio, brevetto, design, anche in Cina; l’Ing. Giovanni de Sanctis, ex-direttore dell’IPR Desk di Pechino, lo sportello a disposizione delle imprese Italiane per la tutela dei marchi (oggi purtroppo non più operativo), fornisce qualche dato: su più di un centinaio di aziende monitorate, solo il 15% aveva preso una qualche precauzione.

Le ragioni di ciò vanno ricercate principalmente in

  1. una immagine antiquata della Cina
  2. una scarsa conoscenza del contesto legislativo cinese
  3. una limitata fiducia verso l’attuazione delle norme

Del punto 1 si è già accennato: la Cina è oggi un Paese in rapidissima evoluzione e con una strategia di crescita ben definita e supportata dalle istituzioni. Circa il punto 2, si tenga presente che la Cina possiede ormai una normativa all’avanguardia ed in continuo aggiornamento. Riguardo infine il punto 3, si fa notare che l’applicazione delle norme nei tribunali delle grandi città è efficace.

Prendendo atto di tutto ciò, è doveroso muoversi pensando ai Cinesi non come un popolo di sprovveduti ed arretrati, bensì come un esercito di agguerritissime e spregiudicate aziende pronte ad appropriarsi di tutto quanto possibile e funzionale al raggiungimento dei propri obbiettivi. Se per esempio un’azienda si affaccia ad una fiera senza disporre di un marchio registrato in Cina, non è raro il caso di un’azienda locale che copia il marchio e lo registra in Cina a suo nome.

Si può quindi verificare il paradosso che un’azienda Cinese che espone ad una fiera locale ed ha registrato il vostro stesso marchio in Cina, può impedirvi di partecipare all’evento perché i contraffattori in questo caso siete voi!

Ing. N. Marzulli
si ringrazia

Ing. G. de Sanctis
Ministero dello Sviluppo Economico
Dipartimento per l’Impresa e l’Internazionalizzazione
Direzione Generale Lotta alla Contraffazione
Ufficio Italiano Brevetti e Marchi

Il mercato Cinese Esprimi un giudizio su questo articolo
5.00/5 5 votis

Categorie