Area Info

In questa sezione potrai trovare una risposta a qualunque tuo dubbio o quesito riguardante brevetti, marchi, disegni, modelli, diritto d’autore, aspetti legali e molto altro. La consultazione della nostra vastissima banca dati di articoli è totalmente GRATUITA.

Per iniziare digita l'argomento di cui vuoi informazioni:

Contributi per micro e piccole imprese neocostituite

_____________

incentivi PugliaTorniamo a parlare di contributi istituzionali finalizzati ad incentivare investimenti che coinvolgono a vario titolo il settore dei brevetti. È adesso la volta della regione Puglia e del suo bando di cui, al solito, ne riportiamo integralmente i contenuti:

Denominazione e descrizione bando

Bando Programma Operativo FESR Puglia Asse I Azione 1.1.3: “Aiuti alle piccole Imprese Innovative di nuova costituzione” con procedura a sportello

Asse I – Promozione, valorizzazione e diffusione della ricerca e dell’innovazione per la competitività
Azione 1.1.3: Aiuti alle nuove imprese innovatrici che investono in ricerca e sviluppo. Aiuti alle piccole imprese innovative di nuova costituzione.

Avviso per la presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni ai sensi del Regolamento Regionale n. 20 del 14/10/2008 pubblicato sul B.U.R.P. n.163 del 17/10/2008 e s.m.i.

Il presente strumento di sostegno è finalizzato a stimolare la nascita di nuove micro e piccole imprese che intendano valorizzare a livello produttivo i risultati della ricerca in settori industriali innovativi, nonché ad attenuare gli effetti delle inefficienze presenti nel mercato dei capitali e del credito.


Enti promotori

Regione Puglia – Servizio Ricerca e Competitività in collaborazione con Puglia Sviluppo S.p.A.


Termini e scadenza

Le agevolazioni saranno assegnate fino ad esaurimento a partire dalla data di pubblicazione dello stesso Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.


Beneficiari

I soggetti beneficiari del presente Avviso sono le imprese innovative di nuova costituzione, classificate come micro e piccole imprese sulla base della Raccomandazione della Commissione Europea 2003/361/CE del 6 maggio 2003, aventi sede legale e operativa nel territorio della Regione Puglia ed appartenenti ai settori industriali innovativi previsti dal successivo art. 4.
Le micro e piccole imprese non devono essere costituite in data antecedente a 6 (sei) mesi dalla data di presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni. A tal riguardo, per data di costituzione si intende la data dell’atto costitutivo.
I soggetti beneficiari delle agevolazioni sono obbligati ad apportare un contributo finanziario pari almeno al 25% dei costi ammissibili, attraverso risorse proprie ovvero mediante finanziamento esterno, in una forma priva di qualsiasi tipo di sostegno pubblico e sono tenuti all’obbligo del mantenimento dei beni agevolati per almeno 5 anni, dalla data di ultimazione del programma di investimenti. Per data di ultimazione si intende la data relativa all’ultimo titolo di spesa ammissibile.


Importo

5.000.000,00 euro

Spese ammissibili

Ai sensi dell’art. 8 del Regolamento sono ammissibili, purché effettivamente sostenute, le seguenti spese:
a) le spese in attivi materiali riguardanti opere edili, impianti, macchinari e attrezzature nuovi di fabbrica;
b) le spese in attivi immateriali legate ad investimenti in trasferimento di tecnologie mediante acquisizione di licenze di sfruttamento o di conoscenze tecniche brevettate o non brevettate qualora soddisfino le seguenti condizioni:
– l’investimento costituisce elemento patrimoniale ammortizzabile;
– il bene oggetto di investimento deve essere acquistato a condizioni di mercato presso imprese delle quali l’acquirente non disponga di alcun potere di controllo diretto o indiretto;
– l’investimento deve figurare all’attivo del bilancio dell’impresa ed essere utilizzato nell’unità locale cui l’agevolazione si riferisce per almeno cinque anni, ad eccezione dei casi in cui lo stesso diventi obsoleto da un punto di vista tecnico;
– il beneficiario dell’aiuto si impegna a restituire l’importo delle agevolazioni legate agli investimenti immateriali nel caso in cui gli stessi siano rivenduti nel corso del periodo di cui al punto precedente.
c) spese per personale dipendente inclusi oneri sociali obbligatori;
d) spese amministrative e tasse diverse dall’IVA;
e) locazione di immobili destinati all’esercizio di impresa;
f) locazione finanziaria di macchinari e attrezzature;
g) energia, acqua, riscaldamento.


Riferimenti

Maggiori informazioni

Bando

www.regione.puglia.it

B.U.R.P.pdf

Incentivi Puglia Esprimi un giudizio su questo articolo
5.00/5 3 votis

Categorie